AFINA - Associazione Filiera Italiana Della Nautica
Post

Cari Associati

Abbiamo ritenuto utile, in questo momento di difficoltà dell'economia rendere disponibile un canale di prima informazione e assistenza relativamente alle misure ed alle provvidenza previste dal cosiddetto decreto "Cura Italia".

Alleghiamo copia del decreto legge 17 Marzo 2020 n°18 ed un link pubblicato dal quotidiano Repubblica, cliccando il quale sarà possibile vedere le slides riassuntive delle misure adottate:

Fonte Quotidiano Repubblica

Download Decreto Legge 17 Marzo 2020

Per un primo appuntamento e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati

Con comunicato stampa del 22 giugno 2020 il ministero delle finanze ha informato che i versamenti delle imposte, inizialmente previsti, per il giorno 30 giugno 2020 saranno prorogati al 20 luglio 2020 senza sanzioni o interessi . tale slittamento si applica ai soggetti di imposta interessati ai cosiddetti isa (ex studi di settore).

Comunicato Mef Proroga

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati

Vi informiamo che a decorrere dal 1 luglio 2020, secondo quanto previsto dal d.l. 26/10/2019 convertito in legge 19/12/2019 n° 157, il limite di utilizzo della moneta contante e’ abbassato ad euro 2.000,00 e sara’ ulteriormente abbassato ad euro 1.000,00 a decorrere dal 01/01/2022 secondo l’ attuale normativa.

Cio’ significa che le operazioni di importo superiore dovranno avvenire con modalita’ di pagamento tracciabili assegni, bancomat, carte di credito, bonifici ecc.

Va ulteriormente chiarito che non sono ammessi pagamenti frazionati di importo inferire al limite consentito se l’ operazione sotto il profilo economico ha un valore complessivo superiore, a meno che non siano operazioni sostanzialmente autonome.

Non e’, al contrario, configurabile come frazionata un ‘ operazione in cui il trasferimento di somme risulti comunque effettuato in esecuzione di un esplicito accordo tra le parti e quindi quando ricorrono elementi precisi e certi per ritenerla tale.

1 – Donazioni in danaro
Nei limiti del pagamento in contante sono incluse le donazioni ed i prestiti effettuati tra parenti e non;

2 – Pagamento stipendi
Sono vietati i pagamenti in contanti devono essere pagati solo con mezzi tracciabili inoltre gia’ la precedente normativa prevedeva che la mara firma sulla busta paga o latro documento equipollente non costituisce prova dell’avvenuto pagamento. sono ammessi i pagamenti in contanti per gli addetti familiari e per le colf al verificarsi di alcune condizioni.

3 - Prelevamenti e versamenti
L’ interpretazione del mef allo stato e’ che non esiste alcun limite al prelevamento o versamento di cassa di contanti dal proprio conto corrente in quanto si ritiene che non si configuri un trasferimento di danaro tra soggetti diversi. fermo restando il potere di accertamento da parte delle autorita' competenti e le eventuali segnalazioni degli intermediari finanziari per operazioni ritenute anomale (completamente diverso ovviamente quando tali operazioni avvengono nell’ambito dell’attivita’ di impresa)

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati

Nell' abito del cosiddetto decreto rilancio sono state previste delle misure agevolative per la adozione da parte delle imprese di misure di sicurezza atte a prevenire la possibilita' di contagio.
in tal senso riteniamo di farvi cosa utile allegandovi alla presente l  articolo pubblicato in data odierna dal quotidiano informatico ipsoa di propieta' della  wolters kluver  nonche' un quadro sinottico degli strumenti previsti dalla normativa.

Misure anti-covid19 incentivi a tre vie per imprese e professionisti

Quandro sinottico confronto tra gli incentivi

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati

Vi informiamo che l' agenzia delle entrate con provvedimento del 10 giugno 2020 ha diramato le istruzioni e la modulistica relativa al contributo a fondo perduto ex art. 25  del " decreto rilancio " vi segnaliamo che le istanze vanno inviate dal 15 giugno 2020 al 13  agosto 2020
vi alleghiamo:

Provvedimento agenzia delle entrate del 10 giugno 2020

Modello per la richiesta del contributo a fondo perduto

Istruzioni per la compilazione del modello

Guida agenzia delle entrate

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati

Sono state rese note le disposizioni di attuazione relative al credito di imposta per canoni di locazione. in tal senso vi alleghiamo la circolare esplicativa n° 14/e del 6 giugno 2020, che illustra in dettaglio il credito di imposta previsto nella misura del 60%  ed il comunicato n° 32 che individua i codici tributo per la compensazione con altri carichi fiscali o contributivi. vi ricordiamo inoltre che e' prevista la possibilità di cedere il credito di imposta maturato.

Circolare 14 del 6 giugno 2020 Credito Imposta locazioni DLRilancio

Risoluzione F24 art.28 DLRilancio

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati

In relazione al decreto in oggetto vi inviamo le prime informazioni in merito ad alcuni provvedimenti di cui al decreto in oggetto con particolare riferimento alle scadenze di ordine fiscale e retributivo, ai crediti di imposta previsti ed al credito di imposta x pubblicita' 2020. nel momento in cui scriviamo non sono ancora state pubblicate le istruzioni operative ed applicative, che ci riserviamo di inviarle quando disponibili. nel mentre vi alleghiamo alcuni documenti riepilogativi

Slide DL Rilancio

Circolare Covid Maggio

Bonus Pubblicità Fisco e tasse 53397

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati

con l ordinanza allegata la regione campania ha autorizzato la ripresa dell' nautica da diporto su mezzi privati infatti al punto 1.3 testualmente recita: E' consentita l' attivita' di nautica da diporto su mezzi privati , anche da parte di sosggeti non conviventi appartenenti al nucleo familiare convivente e residenti o domicilialiati nella regionecampania , con utilizzo dei posti ridotto in tale caso del 25% rispetto al massimo consentito dal libretto di navigazione, al fine di assicurare un adeguato distanziamento a bordo

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati

Con la presente vi inviamo il comunicato stampa del presidente amato in relazione alle linee guida relative alla nautica da diporto pubblicate sul sito dal ministero delle infrastrutture e dei trasporti:

COMUNICATO STAMPA
Amato: “Giuste le linee guida del MIT per la nautica”

Il presidente di AFINA accoglie favorevolmente l’apertura per la nautica da diporto privata, noleggio e charter, ma dice: “Troppo ristrettiva la navigazione nelle regioni” Napoli, 18 Maggio 2020 – Parlano chiare le linee guida del MIT per la nautica da diporto privata, noleggio, charter e sport d’acqua: ogni limitazione è associata a quanto regolamentato a terra. Il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti ha, in sostanza, liberalizzato la navigazione associando le regole per buona parte a quelle che valgono sulla terra ferma e fissando così i paletti alla sanificazione, al rispetto delle distanze e soprattutto al buon senso degli armatori/cittadini.
“Al momento queste linee guida del Dicastero del ministro Paola de Michele ci lasciano soddisfatti – dichiara Gennaro Amato presidente dell’associazione di filiera Afina che raggruppa oltre 250 aziende del settore – perché interpretano con intelligenza e praticità quanto sino ad oggi era stato ignorato, ovvero che quanto si poteva fare in casa propria, in auto e da oggi in pubblico, non si potesse fare in barca. Considerando l’imbarcazione una location ideale per il distanziamento sociale e ancor più per il rispetto delle regole di sicurezza, era assurdo che si potesse andare a casa di amici ma che gli stessi non potessero venire in barca. Così come immaginare di andare a cena con amici al chiuso ma non poter fare una gita in barca all’aperto”. In sostanza ecco le linee guida emesse dal dicastero delle Infrastrutture e Trasporti:
Disciplina delle attività con unità da diporto private - La misura primaria resta il “distanziamento sociale” di almeno un metro a meno che le persone presenti a bordo non vivano nella stessa unità abitativa. Anche i congiunti, se non conviventi, devono rispettare il distanziamento sociale di una persona per ogni metro lineare dell’imbarcazione. Obbligatoria anche la dotazione di dispositivi di protezione individuale per i passeggeri e l’uso di igienizzante per le superfici.
La locazione dell’unità da diporto - Sono consentiti alloggi nella stessa cabina a persone che vivono nella stessa unità abitativa. Il locatore è tenuto a sanificare, anche in caso di utilizzo ad ore dell’imbarcazione, tutti i locali - compresi quelli motori e servizi - così come dovrà dotarsi di adeguate provviste di prodotti igienizzanti oltre a cartellonistica informativa, redatta in più lingue, per sensibilizzare il locatario ed i suoi ospiti sulle necessarie misure igieniche da adottare.
Nel caso di ingaggio di uno skipper da parte del locatario, si applicheranno le disposizioni previste nel noleggio per l’equipaggio. Il noleggio dell’unità da diporto
Per quanto concerne il noleggiante/armatore valgono gli stessi obblighi previsti per il locatore. Per quanto concerne l’equipaggio, obbligo di utilizzo di mascherine e guanti e di ogni altro dispositivo di protezione in funzione della tipologia dell’unità in particolare, durante le operazioni di ormeggio, disormeggio, bunkeraggio ed eventuale rimorchio. Per l’equipaggio inoltre dovrebbe essere previsto l’obbligo di sottoposizione preventiva (prima dell’imbarco) e periodica al test di positività al CoVid-19, il cui esito dovrà essere custodito a bordo. Intanto però valgono ancora due limiti: sino al 3 giugno la navigazione dovrà essere solo regionale e da e per l’estero è vietata la navigazione. “Dobbiamo continuare a migliorare questi aspetti perché il mare, da sempre, congiunge i popoli ed ora non può dividerli – afferma Amato, che conclude – almeno lo spazio interregionale di navigazione va applicato per favorire il diportismo ed il turismo nautico”.

SI ALLEGANO

LINEE GUIDA NAUTICA DA DIPORTO

LINEE GUIDA TRASPORTI E LOGISTICA

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati

Nella confusione attuale nella quale si sovrappongono norme giuridiche riteniamo cosa utile allegarvi un estratto della rivista telematica "Fiscal Focus" che riepiloga lo stato dell'arte circa i versamenti da effettuare entro il 18 Maggio e le diverse ipotesi di proroghe.

18 Maggio Cosa si paga cosa si rinvia

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati

Con la presente vi diamo notizia del cosidetto decreto "Rilancio di cui alleghiamo versione non ancora definitiva ed inoltre una breve scheda di sintesi dello stesso, nonchè ulteriori infromazioni circa provvidenze inail

DL RILANCIO REV4

DL Rilancio 13.05.2020 ore 17.30

Fondi per la sanificazione

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati

Con la presente vi inviamo il comunicato stampa dell' associazione in merito all' avvio delle attivita' prodomiche x la ripresa delle attivita' produttive - attivita' a decorrerre dal 27 aprile 2020, come stabilito dall ordinanza n ° 39 del 25 aprile 2020 - intervento del presidente gennaro amato:

  • 1 comunicato stampa di afina del 26 aprile 2020;
  • 2 ordinanza n ° 39 regione campania del 25 aprile 2020:
  • 3 allegato 1 ordinanza 39;
  • 4 allegato 2 ordinanza 39;
  • 5 comunicazione preventiva alla prefettura competente;

Comunicato Stampa Attività Nautica

Comunicazione Al Prefetto Modello Base

Ordinanza 25 Aprile Linee Guida

Ordinanza N°39 Del 25/04/2020

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati

Con la presnte comunicazione vi diamo notizia:
1 oggi l' abi ( associazione bancaria italiana ) ha fornito agli istituti di credito precise disposizioni , circa l' assoluto divieto da parte di compensare precedenti esposizioni debitorie con il finaziamento garantito di euro 25.000, ed inoltre ha definitivamente chiaritoche il piano di rimborso dovra' decorrere da due anni dopo l ' erogazione;
2 sempre in data odierna, e' stato sottoscritto dalle parti sociali un protocollo in merito alle procedure da adottare in azienda, in vista della riapertura produttiva ,finalizzate al contrasto ed al contenimento della diffusione del virus covid 19 si allega comunicato stampa abi protocollo condiviso dalle parti sociali

Circolare Finanziamenti PMI

Protocollo

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati

Con la presente comunicazione vi inviamo le ulteriori informazioni operative circa la richiesta dei finanziamenti per liquidita' e delle relative garanzie all' uopo alleghiamo

Misure Liquidità 14-04-2020

Circolare 000723 16 Aprile 2020

Brochure SACE

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati

Con la presente comunicazione vi inviamo alcune informazioni circa le agevolazioni e le medalita' di richiesta in particolare ci riferiamo alle provvidenze di competenza della regione campania ed alle informazioni relative alla richiesta di liquidita' al sistema creditizio. in tal senso vi allegghiamo la circolare abi - associazione bancaria italiana e alla modulistica predisposta dal mistero dello sviluppo economico per la richiesta dei finanziamenti previsti - alleghiamo altresi un breve prospetto delle garanzie concesse dalla legge a favore degli istituti di credito

Piano Socio Economico Regione Campania

Vademecum Procedure Operative Piano Emergenza Socio Economica

Circolare ABI 20200409 DL Liquidità

Modulo 141334803

Tabella FCG 2020

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati

Con il presente aggiornamento vi alleghiamo la bozza del cosiddetto decreto liquidita' che prevede la possiibilita' di avere finanziamenti garantiti dallo stato, oltre il rinvio di alcune scadenze di natura tributaria e previdenziale. si sottolinea che allo stato trattasi di una bozza e, pertanto, suscettibile di modifiche fino alla pubblicazione sulla gazzetta ufficiale. si allega inoltre una pubblicazione della testata " mysolution" riportante un quadro sintetico della disposizioni.

Allegato Decreto Legge Credito Unificato ore 16.30

Quadro Sintentico Delle Disposizioni

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati

Con la presente vi informiamo che l associazione bancaria italiana (abi) ha sottoscritto una convenzione con le maggiori categorie produttive affiche' gli istituti di credito possano anticipare ai dipendenti delle aziende, che hanno attivato la c.i.g. gli importi dovuti, e quindi immettere liquidita' nel sistema economico senza appesantire le aziende.

Vi alleghiamo copia della convenzione e la relativa modulistica

Allegato A) CIGO ex Cvid-19

Allegato B) CIGD ex Covid-19

Allegato C) Altre causali

Convenzione anticipo integrazione salariali

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati

il famoso decreto cura italia tra le varie misure di sostegno ha previsto una serie di interventi a favore dei lavoratori autonomi, commercianti, artigiani nonche' per i soci delle societa'. in tal senso vi alleghiamo dei documenti pubblicati dalla stampa specializzata dove potrete trovare le informazioni necessarie e le modalita' per accedervi.

Vi alleghiamo altresi' una pubblicazione dell' agenzia delle entrate circa le varie sospensioni dei versamenti

Bonus 600 euro soci società

Bonus 600 euro e voucher baby sitter domanda con pin semplificato

DL cura Italia agenzia delle entrate

Messaggio numero 1381 del 26/03/2020

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati

Il decreto ministeriale che alleghiamo ha modificato ed integrato alcuni codici ateco relativamente alle attivita' economiche ammesse, come si evince dall' allegato 1. pertanto ha confermato il codice ateco 33 ad esclusione dei seguenti codici: 33.11.01, 33.11.02, 33.11.03, 33.11.04, 33.11.05, 33.11.07, 33.11.09,33.12.92, 33.16, 33.17 ed ha integralmente confermato il codice 52 si rimanda alla aggiornamento n 4 precedentemente inviato per le ulteriori considerazioni e raccomandazioni del caso.

DM MISE 25/03/2020

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati il decreto legge n° 70 del 17 marzo 2020 ( cura italia ) ha previsto tra l' altro alcune misure a sostegno della liquidita' per le esposizioni verso il sistema bancario in particolare:

Il comma 2 dell' art. 56 dispone la sospensione delle scadenze, in relazione alle esposizioni debitorie non deteriorate, nei confronti di banche e di intermediari finanziari di cui possono beneficiare (facendone richiesta al soggetto creditore) microimprese e pmi italiane (co. 5) che alla data di entrata in vigore del decreto avevano ottenuto prestiti o linee di credito, rispetto ai quali la misura dispone quanto segue:

a) apertura di credito, per gli importi esistenti alla data del 29 febbraio 2020, o se superiori alla data del decreto, è stabilito che non vi potrà essere alcuna revoca fino al 30 settembre 2020,

b) contratti per prestiti non rateali con scadenza contrattuale prima del 30 settembre 2020, per cui è prevista una proroga fino al 30 settembre 2020. è inoltre previsto uguale trattamento per tutti gli elementi accessori relativi al contratto principale. così come viene chiarito nella relazione illustrativa, il tutto non determinerà, da un punto di vista attuariale, alcun aggravio di costi né per l’intermediario e tanto meno per il soggetto fruitore (impresa). si chiarisce inoltre che tutti gli oneri amministrativi restano a carico dell’intermediario;

c) mutui e altri finanziamenti con rimborso rateale, anche se perfezionati mediante il rilascio di cambiali agrarie, con le rate o i canoni di leasing aventi scadenza anteriore al 30 settembre 2020. nella misura è prevista la sospensione dei pagamenti sino al 30 settembre 2020 unitamente agli elementi accessori, senza che ciò, in termini attuariali, comporti aggravio di costi né per l’intermediario e né tanto meno per le imprese clienti. il piano di rimborso delle rate o dei canoni oggetto di sospensione è dilazionato. gli oneri amministrativi anche in questa circostanza restano a carico degli intermediari. resta salvo, così come indicato nella presente disposizione, che le imprese possono beneficiare della sospensione anche della sola quota capitale.

durante il periodo di moratoria gli intermediari devono sospendere il computo dei giorni di persistenza dell’eventuale scaduto o sconfinamento, come precisato anche nella relazione illustrativa. le imprese devono autocertificare di aver subito in via temporanea una carenza di liquidità quale conseguenza diretta della diffusione dell’epidemia (co. 3) per ottenere una moratoria sui finanziamenti che alla data di pubblicazione del decreto non siano segnalate dall’intermediario in una delle situazioni che qualificano il credito come “deteriorato” (co. 4). la sospensione dei pagamenti priva le banche della possibilità di valutare autonomamente se acconsentire o meno a modifiche alle condizioni contrattuali in base alla situazione economico-finanziaria dei debitori. la moratoria, che non genera nuovi o maggiori oneri per le banche (rispetta quindi il principio della neutralità attuariale) e che riguarda crediti non deteriorati, è neutrale rispetto alle qualificazioni degli intermediari sulla qualità del credito, nel senso che non determina un automatico cambiamento della classificazione per qualità creditizia delle esposizioni oggetto delle operazioni di moratoria, salvo che non sussistano elementi oggettivi nuovi che inducano gli intermediari a rivedere il giudizio sulla qualità creditizia del debitore durante il periodo di moratoria. in effetti, per mitigare gli effetti economici di un possibile peggioramento nella qualità dei crediti oggetto di moratoria, alle misure di sostegno è associata la previsione del possibile intervento del fondo di garanzia per le pmi (che copre parzialmente le esposizioni interessate). il comma 6 stabilisce che le operazioni oggetto delle misure di sostegno sono ammesse, senza valutazione, alla garanzia di un’apposita sezione speciale del fondo centrale di garanzia, con una dotazione di 1,73 miliardi. la garanzia copre solo parzialmente i danni eventualmente subiti dalle banche in conseguenza dell’evento eccezionale, secondo i seguenti importi:

a) 33% per i maggiori utilizzi, alla data del 30 settembre 2020, rispetto all’importo utilizzato alla data di pubblicazione del decreto in esame dei prestiti di cui al comma 2, lettera a);

b) 33% per i prestiti e gli altri finanziamenti la cui scadenza è prorogata ai sensi del comma 2, lettera b);

c) 33% per le singole rate dei mutui e degli altri finanziamenti a rimborso rateale o dei canoni di leasing che siano in scadenza entro il 30 settembre 2020 e che siano state sospese ai sensi del comma 2, lettera c).

a tal proposito alleghiamo la circolare dell' abi - associazione bancaria italiana inviata a tutti gli istituti di credito dove potete trovare tutti i dettagli operativi, in tal senso vi segnaliamo che la sospensione non opera automaticamente ma va richiesta da parte delle aziende si allega fac simile delle lettera di richiesta da inviare agli istituti di credito e da adattare al caso concreto, tali richieste non sono soggette ad un sindacato di merito da parte delle banche ma comunque consigliamo un attenta valutazoine da parte dell' azienda circa il suo fabbisogno finanziario attuale e prospettico.

si raccomanda, altresì, di inviare la richiesta a mezzo pec dell' azienda all' indirizzo pec dell' istituto di credito dopo aver contattato il gestore di riferimento.
si allega anche le prime risposte ai quesiti rilasciate dal ministero dell' economia e finanza in data 22 marzo 2020

Misure a sostegno della liquidità da parte degli istituti finanziari

Richiesta cliente e autocertificazione decreto cura Italia

FAQ del MEF sulle misure finanziarie per famiglie e imprese

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Secondo un interpretazione estensiva del d.p.c.m. del 22 marzo allegato 1, gia' precedentemente trasmesso, sarebbe consentita la continuazione delle attivita' ricadenti in tutti i settori di cui ai codici ateco 33 e 52, ad esempio:

  • Codice ateco 331500 - riparazione e manutenzione di navi commerciali e imbarcazioni da diporto ( escluso i loro motori;
  • Codice ateco 522209 - altre attivita' dei servizi connessi ai trasporto marittimo e per vie d' acqua - rimessaggio imbarcazioni
  • Si sottolinea che tale condizione va dimostrata tramite visura camerale da cui risulti l ' attivazione dei suddetti codici ateco e deve essere fornito al personale dipendente il modello di autocertficazione editabile che si allega alla presente resterebbero comunque escluse le attivita' di vendita e la costruzione di imbarcazioni da diporto.
  • In considerazione dei dubbi e delle incertezze interpretative del dato normativo, anche alla luce della circostanza che trattasi di normazione di urgenza, si lascia alle singole aziende la valutazione del caso specifico e delle determinazioni del caso.

Nuovo modello autodichiarazione 23.03.2020

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Con al presente forniamo ulteriori informazioni alle aziende associate:

  • Cassa integrazione - alleghiamo copia accordo quadro regione campania;
  • Credito di imposta canoni di locazione Marzo 2020 negozi categoria castatale C/1 alleghiamo risoluzione ministeriale N 13/E del 20 Marzo 2020
  • Credito della presidenza del consiglio dei ministri del 22 Marzo 2020 recante ulteriori misure restrittive con allegato elenco attività essensiali ammesse N.BB tale ultimo decreto integra e non abroga il D.P.C.M. del 11 Marzo 2020

Credito d'imposta canoni di locazione botteghe e negozi istituito nuovo codice tributo

Codice tributo 13

Accordo quadro regione Campania

DPCM 11 Marzo 2020

DPCM 22 Marzo 2020

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Con la presente comunicazione forniamo le prime informazioni in materia di cassa integrazione. Segnaliamo che il documento allegato e' stato redatto dal dott. salvatore manzo, esperto in materia, il quale ci supporta in questa nostra iniziativa, i cui riferimenti potete trovare nell' allegato

Sintesi cura Italia da COVID_19. Cassa integrazione

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

1) segnaliamo che il pagamento della tassa di concessione governativa per la vidimazione dei libri contabili a carico delle societa' di capitali scade il 20 marzo 2020, per tutti i contribuenti, compresi quelli con ricavi inferiore ai due milioni di euro, peri quali e' prevista la proroga dei versamenti al 31 maggio 2020.

2) ricordiamo inoltre che entro il 31 marzo 2020 andranno inviate all'agenzia delle entrate le certificazioni uniche per dipendenti, lavoratori autonomi ecc in quanto adempimenti legati alla dichiarazione precompilata, non oggetto di proroga.

3) informiamo che il termine di approvazione dei bilancio per le societa' di capitali, ordinariamente previsto nei 120 giorni dalla chiusura dell'esercizio, e' prorogato in virtu' degli accadimenti eccezionali, a180 giorni dalla chiusura dell' esercizio. e' inoltre previsto che le societa' a responsabilita' limitata possono consentire in deroga alla normativa vigente ed agli statuti che l' espressione del voto avvenga mediante consultazione scritta o per consenso espresso per iscritto.

4) alleghiamo inoltre una pubblicazione della rivista telematica " fisco e tasse " che riporta una prima sintesi delle proroghe dei versamenti ed altre informazioni

Fisco e tasse 52858

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Altri Articoli

Post Comunicati Stampa

Gennaro Amato: “Uscire da Ucina una scelta dovuta”

Post

Lettera On. Michela Rostan al presidente De Luca

Post Comunicati Stampa

Regione Campania e Prefettura: via libera alla nautica

Post Comunicati Stampa

Invito Conferenza Stampa NauticSud

Post Comunicati Stampa

Navigare, fissate le date della 34^ edizione

Post Comunicati Stampa

NAUTICSUD: +30% di vendite e crescita di pubblico del 10% /8

Post Rassegna Stampa

Il Presidente Amato incontra il Governatore De Luca

Post Comunicati Stampa

47° NAUTICSUD: FONDI E PROGETTI DI SVILUPPO

Post Comunicati Stampa

L’ANRC cambia nome e diventa associazione nazionale

Post Rassegna Stampa

Lunedì 27 via libera alla ripresa della cantieristica nautica

Post Comunicati Stampa

SOLD OUT PER IL 47° NAUTICSUD 2020

Post Rassegna Stampa

Regione Campania e Prefettura: via libera alla nautica

Post Comunicati Stampa

I Ministri Sergio Costa e Gaetano Manfredi

Post Comunicati Stampa

100 milioni di euro per la nautica in Campania

Post Rassegna Stampa

Comunicato del 01/04/2020

Post Rassegna Stampa

Nautica: la Regione Campania apre al diportismo

Post Comunicati Stampa

Presentazione 47° Nauticsud

Post Comunicati Stampa

Nautica: la Regione Campania apre al diportismo

Post Rassegna Stampa

Amato: “Giuste le linee guida del MIT per la nautica”

Post Comunicati Stampa

Il Ministro Gaetano Manfredi Inaugura il Nauticsud

Post Comunicati Stampa

Il ministro Manfredi: “La nautica al centro del made in Italy”

Post Comunicati Stampa

NAUTICSUD - ministro Manfredi "Napoli capitale blue economy"

Post Rassegna Stampa

Comunicato del 24/03/2020

Post Comunicati Stampa

Nauticsud: accordo per il futuro del salone della nautica

Post Comunicati Stampa

Amato: “Giuste le linee guida del MIT per la nautica”

Post Comunicati Stampa

Al salone Nauticsud + 10% di visitatori e + 30% di vendite

Post Comunicati Stampa

Lunedì 27 via libera alla ripresa della cantieristica nautica

Post Comunicati Stampa

Oltre 100 mila presenze per il 47° Nauticsud a Napoli

Post Comunicati Stampa

Il presidente della nautica italiana da diporto lancia l’allarme