AFINA - Associazione Filiera Italiana Della Nautica
Post

Cari Associati

Abbiamo ritenuto utile, in questo momento di difficoltà dell'economia rendere disponibile un canale di prima informazione e assistenza relativamente alle misure ed alle provvidenza previste dal cosiddetto decreto "Cura Italia".

Alleghiamo copia del decreto legge 17 Marzo 2020 n°18 ed un link pubblicato dal quotidiano Repubblica, cliccando il quale sarà possibile vedere le slides riassuntive delle misure adottate:

Fonte Quotidiano Repubblica

Download Decreto Legge 17 Marzo 2020

Per un primo appuntamento e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati

Con la presente vi informiamo che l associazione bancaria italiana (abi) ha sottoscritto una convenzione con le maggiori categorie produttive affiche' gli istituti di credito possano anticipare ai dipendenti delle aziende, che hanno attivato la c.i.g. gli importi dovuti, e quindi immettere liquidita' nel sistema economico senza appesantire le aziende.

Vi alleghiamo copia della convenzione e la relativa modulistica

Allegato A) CIGO ex Cvid-19

Allegato B) CIGD ex Covid-19

Allegato C) Altre causali

Convenzione anticipo integrazione salariali

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati

il famoso decreto cura italia tra le varie misure di sostegno ha previsto una serie di interventi a favore dei lavoratori autonomi, commercianti, artigiani nonche' per i soci delle societa'. in tal senso vi alleghiamo dei documenti pubblicati dalla stampa specializzata dove potrete trovare le informazioni necessarie e le modalita' per accedervi.

Vi alleghiamo altresi' una pubblicazione dell' agenzia delle entrate circa le varie sospensioni dei versamenti

Bonus 600 euro soci società

Bonus 600 euro e voucher baby sitter domanda con pin semplificato

DL cura Italia agenzia delle entrate

Messaggio numero 1381 del 26/03/2020

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati

Il decreto ministeriale che alleghiamo ha modificato ed integrato alcuni codici ateco relativamente alle attivita' economiche ammesse, come si evince dall' allegato 1. pertanto ha confermato il codice ateco 33 ad esclusione dei seguenti codici: 33.11.01, 33.11.02, 33.11.03, 33.11.04, 33.11.05, 33.11.07, 33.11.09,33.12.92, 33.16, 33.17 ed ha integralmente confermato il codice 52 si rimanda alla aggiornamento n 4 precedentemente inviato per le ulteriori considerazioni e raccomandazioni del caso.

DM MISE 25/03/2020

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Egregi associati il decreto legge n° 70 del 17 marzo 2020 ( cura italia ) ha previsto tra l' altro alcune misure a sostegno della liquidita' per le esposizioni verso il sistema bancario in particolare:

Il comma 2 dell' art. 56 dispone la sospensione delle scadenze, in relazione alle esposizioni debitorie non deteriorate, nei confronti di banche e di intermediari finanziari di cui possono beneficiare (facendone richiesta al soggetto creditore) microimprese e pmi italiane (co. 5) che alla data di entrata in vigore del decreto avevano ottenuto prestiti o linee di credito, rispetto ai quali la misura dispone quanto segue:

a) apertura di credito, per gli importi esistenti alla data del 29 febbraio 2020, o se superiori alla data del decreto, è stabilito che non vi potrà essere alcuna revoca fino al 30 settembre 2020,

b) contratti per prestiti non rateali con scadenza contrattuale prima del 30 settembre 2020, per cui è prevista una proroga fino al 30 settembre 2020. è inoltre previsto uguale trattamento per tutti gli elementi accessori relativi al contratto principale. così come viene chiarito nella relazione illustrativa, il tutto non determinerà, da un punto di vista attuariale, alcun aggravio di costi né per l’intermediario e tanto meno per il soggetto fruitore (impresa). si chiarisce inoltre che tutti gli oneri amministrativi restano a carico dell’intermediario;

c) mutui e altri finanziamenti con rimborso rateale, anche se perfezionati mediante il rilascio di cambiali agrarie, con le rate o i canoni di leasing aventi scadenza anteriore al 30 settembre 2020. nella misura è prevista la sospensione dei pagamenti sino al 30 settembre 2020 unitamente agli elementi accessori, senza che ciò, in termini attuariali, comporti aggravio di costi né per l’intermediario e né tanto meno per le imprese clienti. il piano di rimborso delle rate o dei canoni oggetto di sospensione è dilazionato. gli oneri amministrativi anche in questa circostanza restano a carico degli intermediari. resta salvo, così come indicato nella presente disposizione, che le imprese possono beneficiare della sospensione anche della sola quota capitale.

durante il periodo di moratoria gli intermediari devono sospendere il computo dei giorni di persistenza dell’eventuale scaduto o sconfinamento, come precisato anche nella relazione illustrativa. le imprese devono autocertificare di aver subito in via temporanea una carenza di liquidità quale conseguenza diretta della diffusione dell’epidemia (co. 3) per ottenere una moratoria sui finanziamenti che alla data di pubblicazione del decreto non siano segnalate dall’intermediario in una delle situazioni che qualificano il credito come “deteriorato” (co. 4). la sospensione dei pagamenti priva le banche della possibilità di valutare autonomamente se acconsentire o meno a modifiche alle condizioni contrattuali in base alla situazione economico-finanziaria dei debitori. la moratoria, che non genera nuovi o maggiori oneri per le banche (rispetta quindi il principio della neutralità attuariale) e che riguarda crediti non deteriorati, è neutrale rispetto alle qualificazioni degli intermediari sulla qualità del credito, nel senso che non determina un automatico cambiamento della classificazione per qualità creditizia delle esposizioni oggetto delle operazioni di moratoria, salvo che non sussistano elementi oggettivi nuovi che inducano gli intermediari a rivedere il giudizio sulla qualità creditizia del debitore durante il periodo di moratoria. in effetti, per mitigare gli effetti economici di un possibile peggioramento nella qualità dei crediti oggetto di moratoria, alle misure di sostegno è associata la previsione del possibile intervento del fondo di garanzia per le pmi (che copre parzialmente le esposizioni interessate). il comma 6 stabilisce che le operazioni oggetto delle misure di sostegno sono ammesse, senza valutazione, alla garanzia di un’apposita sezione speciale del fondo centrale di garanzia, con una dotazione di 1,73 miliardi. la garanzia copre solo parzialmente i danni eventualmente subiti dalle banche in conseguenza dell’evento eccezionale, secondo i seguenti importi:

a) 33% per i maggiori utilizzi, alla data del 30 settembre 2020, rispetto all’importo utilizzato alla data di pubblicazione del decreto in esame dei prestiti di cui al comma 2, lettera a);

b) 33% per i prestiti e gli altri finanziamenti la cui scadenza è prorogata ai sensi del comma 2, lettera b);

c) 33% per le singole rate dei mutui e degli altri finanziamenti a rimborso rateale o dei canoni di leasing che siano in scadenza entro il 30 settembre 2020 e che siano state sospese ai sensi del comma 2, lettera c).

a tal proposito alleghiamo la circolare dell' abi - associazione bancaria italiana inviata a tutti gli istituti di credito dove potete trovare tutti i dettagli operativi, in tal senso vi segnaliamo che la sospensione non opera automaticamente ma va richiesta da parte delle aziende si allega fac simile delle lettera di richiesta da inviare agli istituti di credito e da adattare al caso concreto, tali richieste non sono soggette ad un sindacato di merito da parte delle banche ma comunque consigliamo un attenta valutazoine da parte dell' azienda circa il suo fabbisogno finanziario attuale e prospettico.

si raccomanda, altresì, di inviare la richiesta a mezzo pec dell' azienda all' indirizzo pec dell' istituto di credito dopo aver contattato il gestore di riferimento.
si allega anche le prime risposte ai quesiti rilasciate dal ministero dell' economia e finanza in data 22 marzo 2020

Misure a sostegno della liquidità da parte degli istituti finanziari

Richiesta cliente e autocertificazione decreto cura Italia

FAQ del MEF sulle misure finanziarie per famiglie e imprese

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Secondo un interpretazione estensiva del d.p.c.m. del 22 marzo allegato 1, gia' precedentemente trasmesso, sarebbe consentita la continuazione delle attivita' ricadenti in tutti i settori di cui ai codici ateco 33 e 52, ad esempio:

  • Codice ateco 331500 - riparazione e manutenzione di navi commerciali e imbarcazioni da diporto ( escluso i loro motori;
  • Codice ateco 522209 - altre attivita' dei servizi connessi ai trasporto marittimo e per vie d' acqua - rimessaggio imbarcazioni
  • Si sottolinea che tale condizione va dimostrata tramite visura camerale da cui risulti l ' attivazione dei suddetti codici ateco e deve essere fornito al personale dipendente il modello di autocertficazione editabile che si allega alla presente resterebbero comunque escluse le attivita' di vendita e la costruzione di imbarcazioni da diporto.
  • In considerazione dei dubbi e delle incertezze interpretative del dato normativo, anche alla luce della circostanza che trattasi di normazione di urgenza, si lascia alle singole aziende la valutazione del caso specifico e delle determinazioni del caso.

Nuovo modello autodichiarazione 23.03.2020

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Con al presente forniamo ulteriori informazioni alle aziende associate:

  • Cassa integrazione - alleghiamo copia accordo quadro regione campania;
  • Credito di imposta canoni di locazione Marzo 2020 negozi categoria castatale C/1 alleghiamo risoluzione ministeriale N 13/E del 20 Marzo 2020
  • Credito della presidenza del consiglio dei ministri del 22 Marzo 2020 recante ulteriori misure restrittive con allegato elenco attività essensiali ammesse N.BB tale ultimo decreto integra e non abroga il D.P.C.M. del 11 Marzo 2020

Credito d'imposta canoni di locazione botteghe e negozi istituito nuovo codice tributo

Codice tributo 13

Accordo quadro regione Campania

DPCM 11 Marzo 2020

DPCM 22 Marzo 2020

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Con la presente comunicazione forniamo le prime informazioni in materia di cassa integrazione. Segnaliamo che il documento allegato e' stato redatto dal dott. salvatore manzo, esperto in materia, il quale ci supporta in questa nostra iniziativa, i cui riferimenti potete trovare nell' allegato

Sintesi cura Italia da COVID_19. Cassa integrazione

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

1) segnaliamo che il pagamento della tassa di concessione governativa per la vidimazione dei libri contabili a carico delle societa' di capitali scade il 20 marzo 2020, per tutti i contribuenti, compresi quelli con ricavi inferiore ai due milioni di euro, peri quali e' prevista la proroga dei versamenti al 31 maggio 2020.

2) ricordiamo inoltre che entro il 31 marzo 2020 andranno inviate all'agenzia delle entrate le certificazioni uniche per dipendenti, lavoratori autonomi ecc in quanto adempimenti legati alla dichiarazione precompilata, non oggetto di proroga.

3) informiamo che il termine di approvazione dei bilancio per le societa' di capitali, ordinariamente previsto nei 120 giorni dalla chiusura dell'esercizio, e' prorogato in virtu' degli accadimenti eccezionali, a180 giorni dalla chiusura dell' esercizio. e' inoltre previsto che le societa' a responsabilita' limitata possono consentire in deroga alla normativa vigente ed agli statuti che l' espressione del voto avvenga mediante consultazione scritta o per consenso espresso per iscritto.

4) alleghiamo inoltre una pubblicazione della rivista telematica " fisco e tasse " che riporta una prima sintesi delle proroghe dei versamenti ed altre informazioni

Fisco e tasse 52858

Per approfonodire e delucidazioni potete contattare il Dott. Alberto Bruno al seguente recapito:

+39 339 5878149 e sottoporre eventuali quesiti scrivendo all'indirizzo email: sportello@afina.it

IL PRESIDENTE
GENNARO AMATO

Altri Articoli

Post Comunicati Stampa

Nauticsud: accordo per il futuro del salone della nautica

Post Comunicati Stampa

Presentazione 47° Nauticsud

Post Rassegna Stampa

Tg3 campania 30.01 ore 19.30

Post Comunicati Stampa

SOLD OUT PER IL 47° NAUTICSUD 2020

Post Rassegna Stampa

Tg3 campania Buongiorno Regione 14.02 ore 7.30

Post Rassegna Stampa

Foto Notizia

Post Comunicati Stampa

47° NAUTICSUD: FONDI E PROGETTI DI SVILUPPO

Post Comunicati Stampa

Il Ministro Gaetano Manfredi Inaugura il Nauticsud

Post Rassegna Stampa

Tg3 campania 08.02 ore 14.00

Post Comunicati Stampa

Oltre 100 mila presenze per il 47° Nauticsud a Napoli

Post Rassegna Stampa

Tg3 campania 16.02 ore 14.00

Post Rassegna Stampa

Tg3 campania 09.02 ore 19.30

Post Rassegna Stampa

Tg3 campania 05.02 ore 19.30

Post Comunicati Stampa

Invito Conferenza Stampa NauticSud

Post Comunicati Stampa

Al salone Nauticsud + 10% di visitatori e + 30% di vendite

Post Comunicati Stampa

L’ANRC cambia nome e diventa associazione nazionale

Post Comunicati Stampa

NAUTICSUD: +30% di vendite e crescita di pubblico del 10% /8

Post Comunicati Stampa

NAUTICSUD - ministro Manfredi "Napoli capitale blue economy"

Post Rassegna Stampa

Tg3 campania Buongiorno Regione 14.02 ore 14.00

Post Rassegna Stampa

TGR Campania Intervista

Post Comunicati Stampa

Navigare, fissate le date della 34^ edizione

Post Comunicati Stampa

Gennaro Amato: “Uscire da Ucina una scelta dovuta”

Post Comunicati Stampa

I Ministri Sergio Costa e Gaetano Manfredi